BOLOGNA, 30 MARZO – Grazie ad un tempestivo intervento della Polizia, nella notte sono stati arrestati due tunisini che avevano appena rapinato due ragazzi. L’allarme rapina, che nei giorni scorsi aveva destato non poco scalpore in città, sembra rientrato. In tutto i colpi messi a segno dal 19 marzo sono 18 e tutti per bottini esigui.

L’arresto è avvenuto dopo le quattro di stanotte. I due malviventi si sono avvicinati a due ragazzi di 23 anni che stavano comprando le sigarette ad un distributore automatico di via Battindarno e li hanno assaliti. La colluttazione ha costretto i due a cedere i loro averi, circa 85 euro. I due tunisini sono poi scappati a bordo di un taxi, ma le vittime hanno prontamente comunicato la targa dell’auto alla Polizia. La segnalazione ha messo in moto le ricerche ed il taxi è stato fermato in via Saffi, dove Bebisha Lotfi e Bouzid Adna (questi i nomi dei due tunisini) sono stati arrestati.

Il Pm, Alessandra Serra, non esclude che uno dei due tunisini sia anche l’autore delle altre rapine che hanno messo in allarme Bologna nell’ultimo periodo. I due malviventi erano irregolari ed avevano entrambi precedenti per rapina.

Il Questore di Bologna, Vincenzo Stingone, ha commentato benevolmente la notizia dell’arresto, rinnovando i complimenti ai suoi uomini che hanno dimostrato l’impegno e l’entusiasmo necessari.

Luca Bresciani