RAVENNA, 26 MARZO – E’ finita in tragedia la lite scoppiata sabato verso le ore 18.00, nell’appartamento di via Farini a Bagnacavallo, tra Paolo Nerini 52enne contabile in una ditta e la sua coinquilina Patrizia Pisella 43enne donna delle pulizie.

I due condividevano l’appartamento di proprietà di Nerini per dividere le spese, ma negli ultimi mesi le cose non andavano molto bene tra di loro, litigi e discussioni erano sempre più frequenti.

Sabato sera dal litigio verbale si è passati alle mani. Patrizia Pisella, palermitana ma residente a Cortazzone (Asti), già lievemente ferita agli avambracci, colpisce il coinquilino con un frammento di bottiglia alla gola, in seguito lo colpisce all’addome con un coltello.

[smartads]

Paolo Nerini esce sanguinante dall’appartamento per chiedere soccorso ai vicini, che chiamano la polizia e l’ambulanza.

Nerini viene ricoverato d’urgenza all’ospedale di Ravenna,ma le condizioni appaiono critiche, dopo tre arresti cardiaci e l’inutile intervento chirurgico, muore all’alba di domenica.

Patrizia Pisella viene medicata al Pronto soccorso di Lugo, in seguito rinchiusa in carcere a Forlì.

Il movente dell’omicidio potrebbe essere economico, pare che i du litigassero per la proprietà di alcuni oggetti e per soldi.

I primi elementi raccolti dagli inquirenti sono stati sufficienti per richiedere l’arresto per omicidio volontario di Pisella.

Lunedì mattina ci sarà l’udienza di convalida per l’arresto.

Lula Cicco