Bologna, 9 Febbraio – L’Emilia Romagna è stata particolarmente colpita dall’emergenza maltempo e dai disagi che ne derivano, in particolare nel settore dei trasporti: sono stati soppressi centinaia di treni, 196 nella sola giornata dell’8 febbraio (152 delle linee Trenitalia e 44 delle linee di Fer).

Facendosi portavoce dei disagi segnalati da utenti e lavoratori delle ferrovie, “mentre le stesse situazioni non si sono verificate sui convogli ad alta velocità”, Roberto Sconciaforni, capogruppo di Federazione della sinistra, ha presentato un’interrogazione nella quale chiede alla Giunta quali misure intenda adottare per fare in modo che le condizioni di viaggio siano le medesime “sia per chi viaggia sui  treni regionali o interregionali e sia per chi viaggia sui treni dell’alta velocità“.

Il consigliere chiede alla Giunta se è al corrente di tutte le decisioni di Trenitalia, anche quelle che prevedono spostamenti di fermate nelle tratte che riguardano Bologna e, qualora queste decisioni siano causa di ulteriori disagi, come intenda intervenire per risolverli. Sconciaforni segnala, in particolare, che Trenitalia ha deciso di far fermare i treni che arrivano da Prato e viceversa nella stazione di Bologna San Ruffillo e non più nella stazione centrale.