REGGIO EMILIA, 26 NOVEMBRELuciano Ligabue ha presentato il singolo, “Ora e allora”, accompagnato da un videoclip che è già tra i più visti, sul web e sulle tv musicali.

La messa in onda dei videoclip e la partenza della “heavy rotation” del pezzo sulle radio nazionali coincide con l’uscita nei negozi di dischi dell’ultima fatica dello “Springteen della Bassa”, il triplo cd live “Campovolo 2011”, di cui il 7 dicembre uscirà anche una versione cinematografica. I 150 minuti dell’album ripercorrono tutti i momenti dell’enorme concerto tenuto a Reggio Emilia il 16 luglio, corredati dalle immagini, cartacee e digitali, dell’evento. In ognuno dei 3 cd di “Campovolo 2011”, ad arricchire quella che è forse l’ “opera omnia” più completa di Luciano Ligabue, possiamo trovare un inedito. Ad aprire l’album troviamo “Mi abituerò”, e in chiusura del secondo volume “Sotto Bombardamento”.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

“Ora e allora” è il pezzo che conclude il triplo cd, e in un certo senso è un distillato di vent’anni di carriera del pop-rocker emiliano: una ballata chitarristica riverberata, la classica anafora che scandisce il classico testo “introspettivo” e auto-indulgente, la struttura verso-ritornello-verso-ritornello-assolo finale con tappeto di archi. Insomma, la classica formula che ha fatto la ventennale fortuna di Luciano Ligabue (e per la verità, di tutto il rock melodico italiano), la gioia dei numerosi e accaniti fan, e la disperazione di chi lo considera terribilmente sopravvalutato.

Dario Dabbicco