RANGOON, 14 NOVEMBREIl premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi si prepara a tornare in politica, probabilmente alle prossime elezioni in Birmania. L’annuncio sarà ufficializzato la prossima settimana.

La “Signora” della Birmania, un anno dopo il rilascio dagli arresti domiciliari durati quindici anni e dopo vent’anni dalla sua vittoria politica nel 1990, si prepara a tornare. Le elezioni potrebbero portarla già a dicembre nel nuovo Parlamento, nella ricostituita Nld, Lega nazionale per la democrazia, in opposizione al governo civile dell’ex generale Thein Sein.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

La Lega aveva deciso di non partecipare alle ultime attesissime elezioni per protestare contro una legge elettorale che obbliga l’espulsione dalle liste di dissidenti che erano agli arresti, tra cui la stessa Aung San Suu Kyi. Dopo l’approvazione di nuove modifiche alla legge elettorale, la Lega ha deciso di correre alle presidenziali.

Non è ancora chiaro quando si terranno le elezioni, ma nelle due Camere sono disponibili ancora quaranta seggi. Il portavoce Nyan Win ha dichiarato: “È probabile che il Nld si registrerà e Suu Kyi parteciperà alle prossime elezioni, dopo che la scorsa settimana alcune restrizioni legislative sono state allentate in modo da consentire al movimento, sciolto forzatamente in seguito alla decisione di boicottare le elezioni-farsa del novembre 2010, di ricostituirsi nuovamente come legittimo soggetto politico della Birmania”.

Sabrina Brandone