BOLOGNA, 11 NOVEMBRE – E’ in corso la maxi inchiesta su un giro di traffico e spaccio di droga che ha portato a ben 30 provvedimenti cautelari  – in carcere e agli arresti domiciliari – e che ha portato alla luce anche lo spaccio di marijuana a un ex giocatore della Virtus Bologna. Una trentina sono le persone affiliate a una banda specializzata di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti provenienti da diverse parti dell’Italia: dalla Basilicata, dalle provincie di Bari, Udine e Milano.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

L’inchiesta, condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, e denenominata Baden Powell – dal nome della piazzetta di Potenza, intitolata al fondatore del primo gruppo scout del 1907, principale luogo dello spaccio di droga – ha portato alla ricostruzione di una serie di episodi che interessano un ex giocatore della Virtus, della stagione 2002- 2003. Il giocatore di nazionalità serba, dalle intercettazioni telefoniche di uno dei tanti spacciatori, sarebbe stato un assiduo consumatore di marjiuna. Non si esclude che altri giocatori, di quella stagione, potrebbero essere inclusi. Le indagini proseguono.

Federica Palmisano