VERNAZZA, 11 NOVEMBRE – Il corpo di Sauro Picconcelli, cinquantacinque anni, travolto dall’acqua mentre cercava di chiudere il suo negozio a Vernazza, nelle Cinque Terre, è stato trovato al largo della Costa Azzurra.  Era uno dei dispersi nell’alluvione del piccolo borgo della Val di Vara, devastato da esondazioni e frane. L’uomo è stato riconosciuto dalla compagna, cui sono state mostrate le foto, a causa dell’avanzato stato di decomposizione del corpo.

Anche  il secondo cadavere è stato identificato e appartiene ad un altro disperso della paese delle Cinque Terre. Si tratta di Giuseppe Giannoni, 70enne, gelataio che il 25 ottobre si trovava nel suo negozio quando è stato trascinato via dalla furia dall’onda di piena che ha devastato l’intera provincia di La Spezia.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Sale a dodici il triste bilancio, purtroppo ancora provvisorio, delle vittime della terribile alluvione che lo scorso 25 ottobre ha colpito il levante ligure e la Lunigiana.

All’appello mancano ancora una persona sempre di Vernazza, mentre in Francia continuano gli accertamenti sui corpi restituiti dal mare, ancora da identificare. Ieri, a Borghetto Vara, uno dei paesi più colpiti dall’alluvione, si sono celebrati i funerali di quattro delle sette persone.

Sabrina Brandone