ATENE, 10 NOVEMBRE – I politici greci non sono riusciti a trovare il nome di chi dovrà sostituire l’ex premier Papandreou, dimessosi nei giorni scorsi.

Grande attesa per il nuovo premier che avrà l’incarico di guidare un governo di transizione, che dovrà rassicurare i partner europei e portare il Paese verso nuove elezioni. Per la mattinata di oggi è stata convocata una riunione tra il presidente della Repubblica Karolos Papoulias, il premier uscente Giorgio Papandreou, del partito socialista Pasok, Antonis Samaras di Nea Demokratia e Giorgo Katatzaferis, del partito di destra Laos. Si discuterà sulla composizione del nuovo governo.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Il probabile nome come nuovo premier era quello di Filippos Petsalnikos. Era stato lo stesso Papandreou a indicare Petsalnikos, definendo la figura dell’attuale presidente del Parlamento “particolarmente istituzionale”. L’accordo tra maggioranza e opposizione sul nome Petsalnikos viene però fatto saltare Si è fatto avanti l’ex vicepresidente della Bce, Lucas Papademos, ponendo subito una serie di condizioni per la guida del nuovo governo di unità nazionale. Una delle condizioni riguarda l’impegno dei due partiti principali di firmare un documento di garanzia per le riforme, come chiesto dall’UE. Inoltre chiede una partecipazione del partito conservatore, che adesso è all’opposizione, al nuovo governo.

Sabrina Brandone