LODI, 9 NOVEMBRE E’ stata ritrovata bruciata nella zona di Abbiategrasso, la Fiat Punto color grigio scuro di Francesco Rigoli, lo studente di 24 anni scomparso la sera di Halloween da Sordio, nel Lodigiano.

Il giovane aveva detto ai suoi genitori che nella sera di Halloween avrebbe partecipato a una festa in un locale di Milano insieme ai compagni di università e che poi li avrebbe raggiunti a Mercallo, nel Varesotto, in un’altra abitazione della famiglia. Invece, alla festa non si è presentato e da quel momento ha fatto sparire le proprie tracce.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

E’ stato proprio il padre a denunciare la scomparsa del figlio il giorno dopo Halloween dopo che suo figlio non aveva più lasciato sue notizie e il suo telefono aveva smesso di funzionare. Il papà era convinto che si trattasse soltanto di un allontanamento momentaneo e volontario, invece non è così il ragazzo manca da casa da circa quasi 10 giorni e non si hanno sue notizie, l’unica cosa certa è il ritrovamento della sua macchina.

Il veicolo è stato abbandonato nelle campagne del Parco Agricolo Sud Milano e dato alle fiamme. Gli inquirenti ipotizzano che sia stato proprio il giovane, che si sarebbe allontanato volontariamente, a decidere di distruggerla. Sul posto non vi sono comunque tracce di benzina né di altri oggetti personali dello studente.

Francesco d’origine peruviane era stato adottato dalla famiglia Rigoli all’età di tre anni. Era iscritto a giurisprudenza all’università, ma dopo un controllo il padre era venuto a conoscenza del fatto che il giovane studente non aveva mai sostenuto alcun esame, come invece aveva fatto credere.

La famiglia Rigoli ha lanciato un appello tramite la trasmissione Chi l’ha visto, mentre su Facebook è nato il gruppo “Aiutateci a trovare Francesco Rigoli”, intanto del caso si stanno occupando i carabinieri di Lodi.

Luana Scialanca