TORINO, 7 NOVEMBRE – Notte tranquilla a Torino. Non ha causato nessun problema la piena del fiume Po e così pure quelle di Dora e Stura.

La situazione sta lentamente tornando alla normalità, anche nella  provincia torinese e nel resto del Piemonte, colpito negli ultimi giorni da forti e intense piogge che hanno causato allagamenti ed esondazioni.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Resta alta l’attenzione per lo Stura di Demonte a Fossano, nel cuneese. Sempre a  Torino sono stati riaperti i ponti di via Bologna e di Piazza Fontanesi , chiusi a scopo preventivo nel pomeriggio di ieri.  Oggi intanto scuole chiuse sia nella città di Torino che in provincia e in molti altri comuni del Piemonte. Chiusi anche gli atenei. La portata del Po è stata comunque inferiore, secondo i calcoli fatti, rispetto a quella dell’alluvione dell’ottobre 2000.

Ieri il sindaco di Torino, Piero Fassino a dichiarato che «La situazione è costantemente controllata e le misure adottate rispondono a un necessario principio di cautela. È tuttavia auspicabile che ogni cittadino, in questi giorni, si sposti soltanto per ragioni di urgente e stringente necessita». Le previsioni meteo annunciano per oggi qualche ora di tregua, mentre  nel pomeriggio è prevista una nuova intensificazione delle piogge.

*Prossimo Aggiornamento ore 14.00

Sabrina Brandone