GENOVA, 4 NOVEMBRE – Via Fereggiano, la zona più colpita dall’alluvione, è la strada della morte. Due palazzi sono stati evacuati pochi minuti fa su decisione delle Prefettura di Genova. Un centinaio di persone sono state allontanate dai loro appartamenti, a scopo precauzionale. DIRETTA TEMPO REALE DA GENOVA

Una delle due donne sepolte nell’androne del civico 2 si chiama Angela ed è la moglie di un agente penitenziario. Uilpa, il sindacato della polizia penitenziaria, esprime vicinanza al collega in una nota stampa: «Siamo profondamente colpiti ed addolorati dalla notizia della morte di Angela la moglie quarantenne di un Assistente Capo della polizia penitenziaria in servizio al carcere genovese di Marassi, morta per l’esondazione del Rio Ferraggiano».

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Una cinquantina di studenti del Majorana con alcuni insegnanti, sono ancora trincerati all’interno della sede scolastica. Da poco sono riusciti a tornare a casa, grazie all’aiuto dei vigili del fuoco. L’ufficio scolastico è in costante contatto con gli assessori provinciali e l’unità di crisi. Nelle prossime ore i ragazzi faranno rientro nelle loro abitazioni.

La Provincia di Genova, sulla base delle ordinanze dei Comuni e d’intesa con la Prefettura, ha comunicato che le scuole superiori e di ogni ordine e grado rimarranno chiuse  fino a lunedì.

AGGIORNAMENTO METEO – Il dipartimento della Protezione Civile ha comunicato che l’allerta maltempo di livello 2 sarà estesa fino alle 12 di domenica.

In val Bisagno la situazione è critica a causa della piena e della conseguente esondazione. Il nubifragio si è esteso su Albisola verso Savona con fulmini molto frequenti e pioggia intensa. Temporale anche su Varazze; mareggiata in aumento con onde che rischiano di arrivare sin sulla Aurelia.