GENOVA, 4 NOVEMBRE – La Prefettura di Genova e l’unità di crisi del Matitone hanno ufficializzato il nuovo bilancio delle vittime: sei morti, tutti nella zona del Ferraggiano. Cinque morti sono già stati recuperati, si sta cercando il sesto, un bambino.

I vigili del fuoco hanno recuperato proprio in via Ferraggiano i due corpi dei bambini e della mamma che avevano cercato disperatemente rifugio in uno scantinato.

E’ disperato Rosario Gioia, operaio disoccupato di Genova: in via Fereggiano ha visto la donna e i due bambini scomparire nella piena. Lui si è tuffato nel fango, è riuscito ad afferrare il bimbo di un anno. Ma quando lo ha estratto dalla piena, il bimbo era già morto.

I soccorritori sono attualmente alla disperata ricerca di alcuni dispersi.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

In zona entro le 17 è prevista un’altra ondata di piena, che interesserà tutta la zona da Ponte Fleming alla Foce. Allarme anche nella parte bassa di Via XX Settembre.

Le piogge violente hanno reso alcune zone off-limits e a Molassana renta persone sarebbero rimaste intrappolate in un capannone di una società alimentare. I mezzi di soccorso sono in azione nel centro storico di Genova, dove è esondato il Bisigano, e stanno mettendo in salvo decine di persone mentre la pioggia non accenna a diminuire d’intensità. DIRETTA TEMPO REALE

BOLLETTINO PROTEZIONE CIVILE – Piogge intense sono in arrivo anche nel nord-est, sulle regioni centrali tirreniche e sulle isole maggiori. A renderlo noto la Protezione Civile che ha emesso una nuova allerta per il maltempo. I fenomeni potranno essere accompagnati da frequente attivita etrica e da forti raffiche di vento.

La Protezione Civile avverte anche che i forti venti di scirocco con burrasche che riguardano Liguria, Sardegna e Toscana, da domani interesseranno anche Lazio, Sicilia e le Regioni Meridionali.

Redazione Online