BOLOGNA, 03 NOVEMBRE – E’ stata inaugurata lo scorso 27 ottobre la mostra fotografica “Punk, l’Ultima Rivoluzione”, ideata, realizzata e promossa da ONO Arte Contemporanea in Via Santa Margherita, 10.

Protagonista assoluto delle fotografie esposte è il punk come stile di vita, stile musicale, moda, anima e linfa di un decennio non ancora compreso del tutto. Un centinaio tra fotografie, poster e grafiche racconteranno un fenomeno sociale e politico che venne ribattezzato come l’ultima rivoluzione che il mondo giovanile è riuscito a realizzare e a concretizzare.

[ad#Google Adsense][ad#Juice PopUnder2]

Le opere, che resteranno in esposizione fino al 4 dicembre, ritraggono quelli che sono considerati i capostipiti del fenomeno: John Tiberi, David Corio, Bob Gruen, William English, Berry Plummer, Michael Putland, Eileen Polk, Paul Zone, Phil Grey. Senza dimenticare i grandi della musica di quel periodo: i Sex Pistols, Clash, Siouxsie and the Banshees, Adam and the Ants e ai protagonisti americani come i Ramones, New York Dolls, Blondie, Lou Reed.

Ma la sorpresa più grande per Bologna sono, senza ombra di dubbio, gli scatti fotografici  del mitico concerto de I Clash in piazza Maggiore che si tenne il 1° Giugno del 1980 e organizzato proprio dal Comune di Bologna. “God save the Punk!”

Federica Palmisano