MILANO, 3 NOVEMBRE – “Possiamo contare sul fatto che Antonio torni a giocare. I dottori hanno assicurato che ci sono ottime e grandi possibilità”. Queste parole sono quelle che tutti i tifosi milanisti e appassionati di calcio in genere volevano sentire da un po’ di giorni.

[ad#Google Adsense][ad#Juice PopUnder2]

È Massimiliano Allegri, intervenuto a Radio Monte Carlo, a fare da eco alle dichiarazioni rilasciate da Adriano Galliani sullo stato di salute di Antonio Cassano.

L’ad del Milan prova anche a dare un contorno ai tempi di recupero previsti. Si parla di 4-5-6 mesi anche se si potrà essere più circostanziati dopo l’intervento. Il talento di Bari Vecchia verrà sottoposto, specifica il comunicato ufficiale dell’AC Milan, ad un piccolo intervento di cardiologia interventistica.

Il problema all’origine della sofferenza cerebrale su base ischemica che costringerà il numero 99 ad un lungo periodo di stop è stato individuato dai medici del Policlinico di Milano solo dopo analisi accurate. Si tratta del forame ovale cardiaco interatriale, un foro che separa due camere cardiache rimasto aperto dopo la nascita.

Questa tipo di patologia, spiega il Prof. Antonio Rebuzzi, non presenta sintomi particolari anche se un ecocardiogramma basta per rilevarla. Scongiurato il peggio, si devono solo aspettare i cosiddetti tempi tecnici per rivedere Fantantonio in campo. Dovrà essere la commissione della FIGC, come spiega Galliani, a dare l’idoneità al giocatore. Questo però, ad oggi, sembra proprio il male minore.

Auguri di pronta guarigione Antonio.

Antonio Marra

[ad#Google Adsense-1]