ROMA, 3 NOVEMBRE – Momenti di alta tensione si sono vissuti questa mattina alla stazione Tiburtina nel corso della manifestazione organizzata dagli studenti delle scuole superiori capitoline contro il divieto imposto dalla Giunta Alemanno. SEGUI LA DIRETTA TEMPO REALE

[ad#Google Adsense][ad#HTML-1]

Un gruppo di studenti ha preso una direzione diversa rispetto al percorso autorizzato dalla Questura, i cordoni delle forze dell’ordine hanno tentato di sbarrare il passo al corteo. Al tentativo di forzare il blocco è partita la prima carica della Polizia.

Dal corteo si sono immediatamente levate le urla degli studenti: “Vergogna, vergogna. Stanno tentando in ogni modo di impedirci di manifestare – grida al megafono uno dei rappresentanti della protesta studentesca – ma è un nostro diritto, siamo cittadini anche noi”.
“Abbiamo tra i 14 e i 20 anni, siamo a volto scoperto – conclude – e ci impedite di girare liberamente per la città. Prendete a manganellate i minorenni, buffoni”

Alle 12 parte la seconda carica di Polizia e Carabinieri nel cantiere della stazione Tiburtina.
Gli studenti hanno tentato di occupare il cantiere blindato della nuova stazione, aprendosi un varco attraverso la rete di recinzione. Le forze dell’ordine li hanno  prontamente circondati e con delle piccole cariche di alleggerimento hanno sgomberato il cantiere. Nel corso della carica un poliziotto è finito in terra ed è stato colpito con qualche calcio da un manifestante, mentre uno studente di 23 anni sarebbe stato preso a schiaffi da un poliziotto.

Dopo le scaramucce tra gli studenti e le forze di polizia nella piazza della stazione Tiburtina è tornata la calma e i pochi ragazzi rimasti fedeli al presidio hanno srotolato per terra uno striscione  improvvisando una sorta di assemblea a cielo aperto.

VIDEO | Scontri tra studenti e Polizia (Fonte IlFattoQuotidiano)

Redazione Online