MILANO, 31 OTTOBRE – Rimangono ancora sconosciute le cause del malore che sabato sera ha colpito Antonio Cassano, al rientro all’aeroporto di Malpensa dopo la partita vinta contro la Roma. Infatti il numero 99 del Milan è ancora ricoverato al terzo piano del reparto neurologia del Policlinico di Milano.

La sola cosa certa è che oggi sosterrà nuovi controlli per cercare di chiarire la situazione, secondo alcune indiscrezioni Cassano dovrà rimanere lontano dai campi di calcio per un po’ di tempo, fino a quando cioè gli accertamenti diagnostici del caso non avranno evidenziato con assoluta chiarezza il motivo del malessere accusato sabato.

[ad#Google Adsense][ad#HTML-1]

Cassano è stato colpito dal malore appena sceso dall’ aereo aveva accusato un principio di svenimento con annebbiamento della vista e spossatezza, mostrando difficoltà a muoversi e a parlare durante il volo il giocatore rossonero aveva chiacchierato e scherzato con i compagni di squadra, senza accusare nessun sintomo.

Questa mattina intorno alle 11.15 la madre di Cassano, la signora Giovanna, si è recata all’ospedale la quale, trattenendo a stento le lacrime, ha voluto soltanto pronunciare queste parole: “Speriamo, speriamo…”. Assieme a lei era presente anche la moglie del giocatore, Carolina, che però non ha rilasciato nessuna dichiarazione,

Poco dopo le 13.15, l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, ha fatto il punto con i giornalisti della Gazzetta sulle condizioni di Cassano, “Ho sentito Antonio 5 minuti fa, ma in precedenza ci siamo scambiati tanti sms. Sono convinto che si riprenderà, ora sta già meglio. Tutta la squadra è con lui. Speriamo che vada tutto bene, ma lui è di buon umore e mi è sembrato sereno. La cosa è totalmente inaspettata, un episodio che si somma poi a quello di Gattuso: non è mai successo nella vita. Comunque Cassano è forte, com’è forte anche Rino: andrà tutto bene. Ma preferisco parlare di calcio, perché non sono un medico e non sono in grado di fare valutazioni.” Poi Galliani ha sottolineato: “Problemi di questo tipo fanno parte della vita, e non so di cosa si tratti: purtroppo la vita è fatta di tante cose, e i calciatori sono esseri umani esattamente come tutti gli altri e possono avere problemi come tutti i comuni mortali. Certo, quando accade a un calciatore fa più rumore, ma tantissimi giovani hanno problemi. Non so se ci sono più problemi di questo tipo tra i calciatori rispetto alla media nazionale, ma certo non fanno piacere” .

Si susseguono le manifestazioni di affetto nei confronti del calciatore della Nazionale, tanti messaggi pubblicati sulle pagine dei social network a lui dedicati, anche da parte di tifosi di altre squadre oltre al Milan.

Sono confortanti le condizioni circa la situazione di Antonio Cassano. Il giocatore pare essere in netta ripresa. Con lui in questo momento c’è il dottor Mazzone, mentre Tavana, medico della squadra è partito con il Milan per la trasferta di Champions League a Minsk per la sfida di martedì contro il Bate Borisov.

Pare che sia stata fissata una prima data approssimativa per il rientro del talento di Bari Vecchia. Potrebbe fare ritorno in campo contro la Fiorentina il 19 Novembre, dopo la sosta delle Nazionali.

[ad#Juice 120 x 60]

Cassano resterà in ospedale sotto osservazione fino a metà settimana, per sottoporsi a una serie di esami più approfonditi.

VIDEO

Luana Scarciglia