CORIANO, 28 OTTOBRE – La morte di Marco Simoncelli ha lasciato un vuoto incolmabile tra amici, conoscenti e familiari del fenomeno di Coriano.

[ad#Juice 250 x 250][ad#HTML]

I ragazzi del Moto Club Pasini ricordano il Sic con queste parole: “Per noi Marco era un grande. Era un ragazzo semplicissimo, simpaticissimo, che nonostante la sua fama era rimasto coi piedi per terra. Lo conoscevamo perché, come tutti gli anni, alla premiazione di fine anno del moto club Pasini c’era sempre anche lui. Eravamo insieme per la festa del suo mondiale 250 a Coriano. E’ stata una perdita durissima”. SPECIALE MARCO SIMONCELLI: L’ULTIMO GIRO A CORIANO.

Era il nostro idolo. Il nostro compaesano era un mito. Mi ricordo il primo anno che ho iniziato a fare le gare: c’era anche lui.Era come un punto di riferimento per tutti noi che eravamo alle prime armi“.

Ci mancherà tanto perché era il pilastro delle minimoto, per tutti quei piloti cresciuti in questa categoria e saliti sul podio nelle classi minori. Questa volta Marco è entrato nella storia”.

L’ultimo ricordo descrive a pieno l’uomo Marco Simoncelli: “Io lo porterò sempre nel cuore come un ragazzo simpatico e solare”.

Bnsport