GENOVA, 20 OTTOBRE – Dopo le scosse di terremoto di ieri che hanno interessato la zona a confine tra Lazio e Abruzzo, stamane a tremare è stato il territorio ligure. L’epicentro del sisma, di magnitudo 4.0, è stato localizzato in Val Trebbia ed è stato avvertito anche a Genova e nel Levante, oltre che nella provincia di Piacenza.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha registrato le due prime forti scosse intorno alle 8.00, seguite da altre cinque repliche di poco più lievi, tutto nel giro di 30 minuti. La terra ha poi continuato a tremare intorno alle 11.00.

Nessun danno a persone o cose, ma solo tanta paura per gli abitanti dei comuni più colpiti dal sisma, Rezzoaglio, Santo Stefano D’Aveto e Fontanigorda, in provincia di Genova, dove molte persone hanno abbandonato le abitazioni temendo crolli, e alcune scuole sono state evacuate per precauzione.

[ad#Google Adsense]

Il terremoto ha raggiunto in maniera lieve anche Varese e Milano. Intanto si teme che lo sciame sismico sia destinato a prolungarsi durante l’arco della giornata.

Luciano Cangianiello