BOLOGNA, 19 OTTOBRE – Un’operazione condotta dalla squadra mobile di Bologna si è conclusa con l’arresto di tre spacciatori. La base dello spaccio era l‘appartamento di una trentenne bolognese laureata in campo sanitario e figlia di noti medici, ora  indagata per concorso in detenzione di droga.

[ad#Google Adsense]

Uno dei ragazzi era già stato fermato con 300 grammi di hashish e portato in Questura, dopo essere stato perquisito durante un controllo in via del Pratello. Sul suo cellulare erano presenti, oltre a numerose telefonate di tossicodipendenti in cerca di droga, messaggi allarmati della ragazza.

I poliziotti si sono quindi diretti nel lussuoso loft dove la trentenne nascondeva 600 grammi di hashish e duemila euro in contanti. Il fidanzato spacciatore, magrebino di 27 anni, si trova attualmente alla Dozza insieme ai due pregiudicati arrestati insieme a lui.

Giulia Taurino