LOS ANGELES, 18 OTTOBREHarold Camping, presidente di Family Stations, network californiano di carattere religioso, ha predetto la fine del mondo. La data finale, prevista per il 21 ottobre, smentirebbe la teoria dei Maya che designa come anno apocalittico il 2012.

Secondo il predicatore californiano, candidato all’Ig-Nobel – parodia del premio Nobel che premia le ricerche scientifiche di dubbia utilità –,  entro venerdì prossimo il pianeta terra verrà interamente distrutto da un terremoto di gran lunga peggiore di quello che ha recentemente colpito il Giappone e Dio salverà dal cataclisma solo pochi eletti.

Nonostante la falsità delle precedenti previsioni (6 settembre 1994 e 21 maggio 2011), il profeta dell’Apocalisse afferma “Questa volta è vero” e dichiara di  basarsi su una serie di calcoli numerici e sullo studio pregresso della Bibbia.

Il giorno del giudizio sarebbe dunque imminente… Si salvi chi può!

Giulia Taurino