NOVI LIGURE, 6 OTTOBRE – A più di 10 anni dall delitto di Novi Ligure, commesso in concorso con quella che era la sua fidanzata (Erika De Nardo), Omar Favaro è stato ospite del programma “Matrix” condotto da Alessio Vinci su Canale 5.

Omar ha parlato degli anni passati in carcere, alle prese con il rimorso per il delitto commesso. Favaro dice: ”Per anni ho avuto l’incubo delle urla di Gianluca e la madre di Erika che le diceva ‘ti perdono, ti perdono”. Favaro fu condannato il 21 febbraio 2001 per l’omicidio del fratellino e della madre di Erika, Gianluca De Nardo e Susy Cassini.

Omar dice nel corso dell’intervista di rimpiangere di non aver avuto la forza di aiutare Erika nel modo giusto. A tal proposito dice: “Mi chiedo ancora perchè Erika detestasse tanto la sua famiglia, pensavo fosse gelosia nei confronti del fratellino, ma ora sono convinto che ci dovesse essere qualcos’altro perchè quello non è un motivo sufficiente per ammazzare”. Omar ha detto anche che Erika gli chiedevaossessivamente di uccidere la sua famiglia anche mentre avevano rapporti sessuali per dimostrare di essere un vero uomo e amarla veramente”.

Infine, dice: “Io non sono più quel ragazzo. Ora so cosa è giusto e cosa è sbagliato. Ho lavorato molto su me stesso e chiedo la possibilità di tornare a vivere. Temo il pregiudizio degli altri. Ho ancora vergogna e paura di non poter andare avanti”. Poi aggiunge: “Erika voleva ammazzare anche il padre. Ma io dissi che me ne andavo. Lei non voleva, si arrabbiò”.

VIDEONEWS – Intervista di Alessio Vinci a Omar De Nardo(Fonte Matrix)

Nicola Celentano