BARI, 5 OTTOBRE – Palloncini rosa e ingresso blindato: quattro anni dopo quel terribile 2 novembre, Raffaele Sollecito è tornato a casa, nella sua Puglia.

Raffaele è tornato a casa. E’ tornato nella sua amata terra. Il ragazzo ha trascorso la giornata di ieri, la prima da persona libera, nella villa del padre a pochi metri dal mare. Quel mare tanto desiderato da Raffaele, che però ha preferito stare dentro casa, chiuso nell’abitazione alla periferia di Bisceglie. Per tutto il giorno il cancello della villa Raffaele non l’ha varcato. Ha preferito vivere la giornata con molta normalità e lontano dai giornalisti, che assediano l’ingresso della casa: sveglia presto, colazione con caffè e frutta. “E’ il più bel giorno della mia vita”, ha dichiarato il padre si Raffaele.

[ad#Google Adsense]

“Ora ha bisogno solo riposare ed io devo proteggerlo”. Queste le parole di un padre che vuol riprendere in mano la vita di suo figlio, aiutarlo a ritrovare quella normalità che quattro anni di carcere hanno completamente stravolto.  “La sentenza ha fatto svanire un incubo”, continua papà Sollecito, ” e ha restituito la vita a mio figlio”.

L’assoluzione ha comunque sollevato parecchie polemiche. Le contestazioni fuori dal Tribunale erano abbastanza forti: al grido di “Vergogna” il padre di Raffaele rilasciava la sua prima dichiarazione: “Invito chi la pensa diversamente a leggersi gli atti, perché negli atti è dimostrata l’innocenza di mio figlio”. Ma la famiglia Sollecito citerà lo stato per danni? “Questo è un discorso da venire. Come abbiamo fatto in questi anni affronteremo le questioni giorno per giorno” ha ribattuto Sollecito.

E ancora: “La Cassazione confermerà sicuramente una sentenza precisa, inoppugnabile, corretta e ineccepibile”. Amanda e Raffaele si rivedranno? “Forse la rivedrà” aveva risposto il giovane pugliese, appena scarcerato, “ora voglio stare con la mia famiglia”.

Francesco Sollecito ai giornalisti ha voluto esprimere un pensiero per la famiglia Kercher: “Spero che quando i familiari di Meredith avranno metabolizzato, io potrò avere con loro uno scambio perché devono comprendere l’innocenza di Amanda e Raffaele, che non c’entrano nulla con la morte di Meredith”. Inoltre aggiunge: ”Io ho riavuto mio figlio, mentre loro non potranno più riavere Meredith che è stata uccisa in un modo orrendo”. “A loro – ha terminato – spero di poter dare tutta la mia vicinanza”.

Sabrina Brandone

[ad#HTML][ad#Cpx Banner]