BOLOGNA, 23 SETTEMBRE – La traiettoria e la velocità del Satellite Uars sono bruscamente cambiate e il dipartimento scientifico della Nasa non esclude l’ipotesi che i frammenti dell’autobus dello spazio possano piombare sul territorio statunitense.

L’orario di ingresso nell’atmosfera del satellite, inizialmente previsto fra le 21.30 di oggi e le 2.30 di sabato, è stato posticipato alla tarda mattinata. Secondo gli ultimi rilievi si sarebbe verificata una diminuzione di velocità dell’Uars.
Il luogo dell’impatto dipenderà esclusivamente dall’orario di entrata negli strati più alti dell’atmosfera. La fase di transizione porterà alla distruzioni delle quasi 6.3 tonnellate di satellite, tuttavia alcuni componenti costituiti da materiali particolari potrebbero resistere al degrado e piombare sulla terra ad una velocità di caduta piuttosto bassa.

La Nasa ha diramato un comunicato nel quale è assolutamente vietato toccare eventuali frammenti caduti al suolo: nessun problema di tossicità o di alte temperatura (il riscaldamento si verifica solo nella parte alta della troposfera) ma per evitare il rischio di tagliarsi con il metallo; infine, l’Agenzia spaziale Usa ribadisce che i materiali non contenga alcun componente radioattivo.

Redazione