IMOLA, 18 SETTEMBRE – Ieri sera, ennesima tragedia della strada. A perdere la vita Demis Bassi, un giovane di 20 anni che è stato travolto da un auto a pochi metri da casa, mentre era a bordo della sua bici.

Un sorpasso azzardato è la causa dell’omicidio del giovane ragazzo. L’incidente è avvenuto intorno alle ore 20, la strada non era trafficata, ma dalla direzione opposta a quella di Demis sopraggiungeva un camion dietro del quale si trovava un’Alfa Romeo 156, che proprio in quel momento ha iniziato la manovra di sorpasso, anche se la strada non lo permetteva. L’auto, guidata da un giovane di nazionalità romena, ha travolto frontalmente il ragazzo. I passanti hanno immediatamente chiamato i soccorsi, ma per Demis non c’è stato nulla da fare.

L’automobilista, è stato subito sottoposto al test tossicologico, da cui è risultato essere in stato d’ebbrezza. Ora è stato arrestato per omicidio colposo con l’aggravante di guida in stato di ubriachezza.

Il pm, Antonello Gustapane, ha incaricato un consulente per accertare con precisione la dinamica dell’incidente anche per una successiva valutazione sotto il profilo del dolo eventuale, che porterebbe ad un aggravamento dell’accusa, da omicidio colposo a omicidio volontario.

Roberta Paccone