VIENNA, 18 SETTEMBRE – Mancano pochi istanti all’inizio della finale degli Europei di Volley tra l’Italia e la Serbia. Nella semifinale di ieri gli azzurri di Berruto hanno stracciato con un secco 3-0 la Polonia (25-22, 25-21, 25-20) dei ‘nostri’ Anastasi e Gardini.
Alle 18 il palazzetto dello sport di Vienna ospiterà la finalissima con la Serbia che, a sorpresa, ha piegato 3-2 la favoritissima Russia.

IL FILM DELLA FINALE

Viene introdotto il sestetto azzurro. Il primo ad entrare è capitan Mastrangelo. L’Italia scenderà in campo con Lasko opposto a Travica, schiacciatori Savani e Zaytsev, centrali Birarelli e Mastrangelo.

PRIMO SET ITALIA – SERBIA 25-17
Primo set equilibratissimo. Serbia e Italia rispondono colpo su colpo. Italia poco precisa in battuta.
Primo break per l’Italia che si porta avanti 14-10 grazie alle battute del gigante di Mottola.
Siamo arrivati al secondo time-out tecnico. L’Italia conduce 16-12.
Mostruosa la prestazione a muro del sestetto di Berruto che sale 20 a 15. Miljkovic ancora fuori dal match, in palla Nikic.
Primo errore in attacco dell’Italia: Zaytsev spara dritto sul muro a due slavo.
Nuovo minibreak dell’Italia con due ace di Zaytsev. Set ball Italia chiuso da un grande Lasko.

SECONDO SET ITALIA – SERBIA 20-25
Ottimo avvio della Serbia. Minibreak targato Ivan Miljkovic e Kovacic.
Doppio Ace di Mastrangelo: l’Italia ha ricucito lo strappo.
Murato Birarelli: Serbia avanti di due al primo timeout tecnico.
Break Serbia: ottimi nel fondamentale del muro grazie all’altezza dei loro centrali.
Italia spenta in questo secondo parziale. Miljkovic devastante in battuta.
Si torna in campo dopo il secondo timeout tecnico.
Adesso è una battaglia punto a punto, ma il break di quattro punti sembra incolmabile.
Devastante parziale della Serbia che chiude il secondo set 18-25.

TERZO SET ITALIA-SERBIA 23-25
Primo punto interminabile chiuso da Kovacevic. Break Serbia: 4 a 1.
Cambio Italia: fuori Zaytsev, dentro Parodi.
L’Italia torna sotto: Serbia avanti 5 a 4.
Nuovo break della Serbia che sale 8 a 5 al primo timeout tecnico.
Adesso l’Italia è in grossa difficoltà. Serbia padrone assoluta del match. Le percentuali italiani sono scese vertiginosamente.
Torniamo a meno tre grazie ad un Travica ispiratissimo e alla verve di Parodi.
Cambio in prima linea: dentro Buti, fuori Birarelli. Intanto recuperiamo due break di svantaggio: Italia a -1.
Kovacevic spedisce le squadre al secondo timeout tecnico sul 16-14.
Miracolo di Bari e pipe da seconda linea di Savani. Parità e timeout Serbia.
Muro a uno di Parodi su Miljkovic: Italia avanti di uno.
Si lotta punto a punto…emozionante finale di terzo set.
Muro di Kovacevic su Parodi: break Serbia.
Savani recupera il break: 23 pari.
Set ball Serbia dopo la magia di Kovacevic. Battuta di Terzic che tocca il nastro e cade sul parquet.
Kulovic aiuta i serbi che passano avanti 2 a 1.

QUARTO SET ITALIA-SERBIA 24-26
Inizia il quarto set. Minibreak Italia che sale 7 a 4.
Buona la reazione del sestetto di Berruto.
Si va al primo timeout tecnico sul punteggio di 8 a 5. Chiamata arbitrale a favore dell’Italia sul primo tempo di Buti.
Troppi errori in battuta per l’Italia che non riesce a sfruttare il momento d’empasse della nazionale serba.
Finalmente Lasko sfonda: saliamo 12 a 9. In questo set la Serbia è solo Miljkovic.
La Serbia recupera il break: 13 pari. Tutto da rifare. Timeout Italia.
Errore pesante di Miljkovic, break Italia.
16-14 al secondo timeout tecnico.
Proteste dell’arbitro, punto di penalità per l’Italia. L’ace successivo di Nikic porta il risultato in parità.
Grande difesa serba che mette la testa avanti: 20 a 19.
Lasko a segno: c’è ancora vita nella metacampo italiana.
22 pari: è una battaglia. Partita stupenda.
Annullato set ball Italia. Si va ai vantaggi…
A segno Miljkovic: match ball Serbia.
Ancora Terzic nel destino dell’Italia: il suo ace chiude definitivamente i giochi.
L’Italia versa lacrime amare, la Serbia meritatamente sul tetto d’Europa.

Bnsport