FERRARA, 14 SETTEMBRE – Mistero nella notte a Porto Garibaldi, piccolo comune del ferrarese. Il cadavere di una pensionata 77enne, Rina Guidi, è stato trovato dal figlio nella camera da letto della sua abitazione. Macabro lo scenario: la donna aveva le mani legate e del nastro adesivo nero sulla bocca. Dalla prima ricostruzione si ipotizza che il decesso sia dovuto a soffocamento.

Durante la notte i carabinieri hanno ascoltato i familiari della vittima. Il figlio ha raccontato di di essersi preoccupato perché non aveva notizie della madre. Giunto nell’abitazione di via Cacciatori delle Alpi, a due passi dai Lidi ferraresi, ha trovato il corpo della donna ormai privo di vita. Sulla scena del crimine sono prontamente intervenuti i carabinieri e il personale medico del 118, che non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’anziana.

La salma, su disposizione del pm di turno, è stata trasferita all’Istituto di medicina legale di Ferrara, dove sarà eseguita l’autopsia per chiarire le cause del decesso.

Redazione