TRIPOLI, 31 AGOSTO –  Sirte, l’ultima roccaforte di Gheddafi, ha tempo fino al prossimo sabato per arrendersi: è il termine massimo che il Consiglio Nazionale Transitorio (CNT) ha stabilito per la resa incondizionata degli “irriducibili”.

Le sacche di resistenza sarebbero comunque poche e senza guida: le ultime notizie, non confermate, parlano di un Gheddafi che avrebbe già abbandonato la Libia. Alcuni familiari del generale lo hanno del resto già fatto negli ultimi giorni: la moglie e tre figli hanno infatti varcato il confine e sono attualmente ospitati in Algeria.

Quest’ultima avrebbe accettato il loro ingresso “per motivi strettamente umanitari” (la gravidanza avanzata) ha dichiarato il portavoce degli Affari esteri Amar Belani. Un altro figlio, Khamis, e il capo dei servizi segreti, al-Senussi, sono invece deceduti nel corso della ritirata verso sud.

Gianluca Francesco Pisutu