BOLOGNA, 13 LUGLIO – Iniziata una settimana decisa per l’inchiesta Last Bet, lo scandalo calcioscommesse che ha scosso il mondo del calcio nell’ultimi mese. Ieri è stato il turno di Beppe Gol ascoltato per 4 ore sotto le Due Torri dagli emissari di Palazzi presso lo studio dell’avvocato D’Onofrio,legale dell’ex attaccante.

Beppe Signori all’uscita dallo studio legale non ha rilasciato alcuna dichiarazione, ma a parlare sono stati i suoi difensori “Nell’audizione tenutasi in data odierna, Beppe Signori, ha personalmente e volontariamente risposto ad ogni domanda della Procura Federale con spiccato spirito collaborativo apprezzato dagli stessi investigatori. Non è emerso alcun elemento di novità sostanziale poiché l’estraneità ai fatti illeciti è già ormai emersa con chiarezza da tempo”. Tutto qua. Un comunicato freddo e breve.

Pirani ascoltato per oltre 5 ore – Interrogatorio fiume per l’odontoiatra Pirani, ascoltato nella sua Ancona dai vice procuratore federale. A Roma, infine, è stato sentito il turno del giocatore Vittorio Micolucci, il cui legale, all’uscita dagli uffici della procura federale ha dichiarato: “Micolucci non ha mai commesso illeciti, ma solo qualche leggerezza di carattere verbale con un soggetto in particolare. Pirani? Non posso dirlo”. “Non si può dire assolutamente che Micolucci abbia fatto degli atti per alterare partite – ha aggiunto il legale -. Non siamo arrivati alla singola partita, ma nel prosieguo dell’interrogatorio daremo tutti i dettagli. Ci sono dei particolari, ma non possiamo parlarne”.

Bnsport