BOLOGNA, 28 GIUGNOGiulio Romagnoli ce l’ha fatta: la nuova Fortitudo rinasce dalla LegaDue.

Dopo due anni di inferno, vissuti lontano dal grande basket per effetto della “fantozziana” gestione Sacrati, l’Aquila torna a volare tra i professionisti grazie alla caparbietà dell’imprenditore di Budrio che ha prima salvato in extremis il club con la fusione nella serie B dilettanti e oggi, acquisendo i diritti “dell’odiata” Ferrara, la riporta dove per ben due volte la vecchia gestione non è riuscita .

Romagnoli supportato da 13 soci, alcuni dei quali reclutati nel corso dell’esperienza vissuta nel Bologna Calcio, ha fondato la Fortitudo 2011 e giocherà la prossima stagione agonistica sempre nello storico PalaDozza. L’estenuante trattativa con Ferrara è si è conclusa ieri al prezzo di 450mila euro, dopo i blitz falliti con Rimini e Udine.

La nuova Fortitudo ripartirà da un coach navigato, capace di guidare l’Aquila nei meandri di un campionato ad alta tensione. Ballottaggio previsto tra Stefano Pillastrini, vicino al divorzio da Montegranaro, e Attilio Caja in rotta di collisione con Rimini.

Bnsport