CANNES, 23 MAGGIO – Si è concluso ieri, 22 maggio 2011, il celebre festival del cinema internazionale, lasciando l’Italia a mani vuote.

Certamente, l’importante è partecipare, ciò non toglie che il Bel Paese avesse presentato alcuni film degni di nota, e di premio.

La Palma D’Oro è andata al film The Tree of Life, di Terrence Malick: uno spaccato sulla vita, l’amore  e l’universo sensazionale, giudicato da De Niro, presidente della Giuria, come «tagliato apposta per vincere». Il regista Mallick, in linea con l’atteggiamento ‘anti visibilità’ adottato già da anni, non era presente alla premiazione.

Sorrentino con This is Must be The Place ha ricevuto il Premio Ecumenico, un riconoscimento, da parte di cattolici e protestanti, per i valori umani ed estetici del suo film.

Nessun premio, invece, per Habemus Papam di Nanni Moretti, nonostante la commozione suscitata dalla visione del suo film.

Speriamo, quindi, che il riscatto per il cinema nostrano avvenga nelle sale.

Margherita Testi