PARMA, 15 MAGGIO – I bianconeri vanno a caccia dell’Europa che conta sul campo di un Parma ormai privo di stimoli e matematicamente salvo.
La gara inizia subito con un brivido. Cross dalla sinistra, testa di Bojinov e Buffon – col corpo dentro la porta – respinge il pallone. L’arbitro Peruzzo non convalida la rete chiesta a gran voce dalla squadra parmense: la prima sensazione visiva è che Buffon fosse oltre la linea di porta. Decisione discutibile
Al 17′ occasione gol per il Parma. Dzemaili ruba il pallone dai piedi di Melo, e serve Giovinco: diagonale del fantasista parmense, Buffon ribatte la sfera sui piedi ancora di Dzemaili che non trova il tap-in per ribadire in rete.
Al 24′ Giovinco cerca Valiani in area, segnalato off side del laterale destra del Parma.
Al 33′ occasione gol per il Parma: cross favoloso di Valiani, Modesto stoppa in area e serve al limite Giovinco, sinistro violento che viene respinta con il corpo dallo ‘sfortunato’ Motta
Al 37′ ammonito Dzemaili per un intervento scomposto ai danni di Pepe. Fallo inutile, sanzione sacrosanta.
A 41′ ammonito anche Motta per un intervento inutile su Modesto.
La Juventus appare svogliata, il Parma domina la contesa.
Al 45′ ammonito Morrone per un fallo di mano volontario.
Primo tempo orribile al Tardini. I risultati provenienti da Catania e Verona hanno demoralizzato la squadra di Delneri, apparsa abulica e priva di idee.

La ripresa inizia col grido dei tifosi bianconeri: “Buffon resta con noi“.
Al 49′ Giandonato abbatte l’ottimo Modesto. Punizione battuta da Giovinco, palla respinta da Buffon.
Al 56′ Traorè rileva un Giandonato esausto: ottima la sua prova.
Al 57′ punizione insidiosa di Del Piero, Mirante intuisce la direzione e in volo respinge la minaccia.
Al 62′ Juve ancora pericolosa. Miracolo di Mirante sull’intervento in spaccata di Martinez.
Juve in forte crescita rispetto alla prima frazione di gioco.
Al 65′ Parma in vantaggio: magia di Giovinco.
Assolo della “formica atomica” che si accentra da sinistra e calcia una bolide che s’infila sotto l’incrocio opposto. Buffon impietrito ed esultanza contenuta dell’ex juventino.
Delneri corre ai ripari. Fuori l’impalpabile Martinez dentro Luca Toni.
All’86’ Nwankwo al posto di Morrone.
Finale della Juve imbarazzante: è proprio una stagione da dimenticare per la formazione di Delneri.
Al 91′ occasione Juventus: colpo di testa di Toni che anticipa Mirante, la palla sfiora la traversa.
Al 92′ percussione di Felipe Melo che scarica un bolide, Mirante in acrobazia devia in angolo.
Al 93′ l’arbitro decreta la fine del match.

La vittoria in extremis del Catania sulla Roma lascia qualche speranza di Europa alla “Vecchia Signora”. Domenica all’Olimpico Delneri concluderà la sua deludente esperienza in bianconero.

Complimenti al Parma autore di un esaltante finale di stagione.

A cura di Bnsport