PREVIEW – Brutto episodio a parte, Stoner si riconferma l’uomo da battere e anche stamattina in warm up ha segnato il miglior tempo, dopo aver conquistato la pole ieri pomeriggio con l’ottimo tempo di 1’34’’221. Bella la prova di Marco Simoncelli che con la Honda satellite del team Gresini chiude in seconda posizione a soli 5 decimi da Stoner. In prima fila, a sorpresa, si piazza anche Nicky Hayden, 3° su Ducati. L’americano ha preceduto la Honda di Dani Pedrosa.

Valentino Rossi ha ottenuto il 5° posto in griglia, con un tempo che lo vede staccato da Stoner di 7 centesimi. Il buon risultato arriva dopo un intenso lavoro di miglioramento che ha coinvolto tutto il team Ducati e che lascia ben sperare la casa bolognese. Alle spalle del Dottore, un ordinato e prudente Andrea Dovizioso, 6°. Il campione del Mondo, lo spagnolo Jorge Lorenzo è stato invece interprete di una rovinosa, ma senza conseguenze, caduta con la sua Yamaha (che prenderà fuoco in seguito al violento impatto con l’asfalto) e al termine delle qualifiche è riuscito a portare a casa l’11° tempo, preceduto dal quartetto Crutchlow, Edwars, Spies e de Puniet.

LA GARACasey Stoner (Honda) trionfa nel Gp di Le Mans. Un dominio assoluto contrastato esclusivamente dal compagno di scuderia Pedrosa che a pochi giri dalla fine vanifica tutto scivolando sull’asfalto nero del circuito transalpino.

Al secondo posto uno splendido Dovizioso che vince l’ennesimo duello personale con la Ducati di Valentino Rossi, in netta ripresa rispetto alle ultime apparizioni. Quarto posto per un opaco Jorge Lorenzo distanziato di ben 21 secondi dall’australiano.
Tra i protagonisti della gara il “Sic” Marco Simoncelli, a lungo secondo in classifica, che a tre giri dalla fine finisce dritto in un curvone gettando alle ortiche la sua splendida prestazione. Finirà quinto
Sesto posto per la Yamaha Factory di Ben Spies, settima l’altra Ducati di Hayden

LIVE GIRO PER GIRO

Classifica Finale – Stoner, Dovizioso, Rossi, Lorenzo, Spies, Simoncelli, Hayden
2 Giri al termine – Stoner in testa, Dovizioso sorpassa Valentino. Lorenzo è ormai fuori dalla lotta per il terzo posto. Simoncelli supera Hayden e risale al sesto posto.
3 Giri al termine – Stoner riduce il ritmo ormai sicuro della vittoria. Simoncelli vola a terra e perde l’ennesima occasione per la sua consacrazione. Rossi sale in seconda posizione seguito da Dovizioso.
4 Giri al termine: Valentino e Dovizioso sverniciano Lorenzo. Finalmente un pò d’Italia nella MotoGp
5 Giri al termine: Stoner è un fulmine, Simoncelli a 10″. Duello rusticano tra Lorenzo, Rossi e Dovizioso per il terzo posto. Ben Spies supera Hayden
7 Giri al termine: Stoner in fuga con un vantaggio di quasi nove secondi su Simoncelli. Valentino rosicchia 5 decimi a Lorenzo. Dovizioso in quinta posizione
9 Giri al termine: Pedrosa perde il controllo della Honda e vola clamorosamente a terra. Simoncelli sale al secondo posto. Lorenzo prova a distanziare Rossi che ha scavalcato Dovizioso. Sesto posto per Hayden
11 Giri al termine: Stonel vola verso il successo. Pedrosa viene raggiunto da Simoncelli che nei prossimi giri proverà l’attacco. Al 4° posto è salito Lorenzo dopo il sorpasso su Dovizioso. Rossi si è francobollato alle ruote dell’Honda
15 Giri al termine: Stoner in fuga, Pedrosa insegue a 1.430. Al terzo posto Simoncelli distanziato di 3.207. Dovizioso guadagna sulla testa della classifica, mentre Rossi attacca Lorenzo.
17 Giri al termine: Stoner, Pedrosa, Simoncelli, Dovizioso, Lorenzo, Rossi, Edwards. Casey cerca di staccarsi dalle ruote Pedrosa.
18 Giri al termine: Stoner in testa, segue a mezzo secondo Pedrosa. A 2.548 Simoncelli. Duello per il quarto posto tra Lorenzo, Dovizoso e Rossi
22 Giri al termine – Stoner in testa, a pochi millesimi Dani Pedrosa. In terza posizione Simoncelli a 1.411. Lorenzo in crisi.