NEW YORK, 20 APRILE – La fine di una polemica. Era parecchio tempo che giravano voci e possibili accuse circa il luogo di nascita dell’attuale Presidente degli Stati Uniti. Per mettere a tacere una volta per tutte queste chiacchiere, la Casa Bianca ha così deciso di pubblicare il certificato di nascita che riconosce Barack Obama come cittadino statunitense, nato ad Honolulu, nelle Hawaii, il 4 Agosto 1961.

La pubblicazione del certificato pone fine così ad un incessante tram tram scoppiato in America, secondo cui Obama sia nato in Kenya. Di conseguenza la sua candidatura non sarebbe valida, visto che inficerebbe la Costituzione Usa, che prevede l’elezione a presidente solo per i cittadini nati nel territorio americano.

«Non abbiamo tempo per questo tipo di sciocchezze, ho cose più importanti da fare», ha  così risposto, diretto e conciso, Obama durante una breve conferenza stampa dalla Casa Bianca, che generalmente non diffonde questo tipo di documenti.

E’ stato proprio Obama, con esplicita richiesta diretta alla White House, a richiedere la pubblicazione del suo certificato di nascita, per mettere fine alle voci che circolano da quasi 2 anni riempiendo le pagine dei tabloid, facendo passare così in secondo piano problemi di natura più importante, come quello riguardante il deficit economico.

Emanuele Ambrosio