BOLOGNA, 22 APRILE – «Merola è simpatico come Cofferati». Manes Bernardini, candidato sindaco del Pdl, affonda i primi colpi bassi della campagna elettorale.

La polemica nasce dall’assenza «per indisposizione» del candidato Pd alle celebrazioni del 21 marzo, anniversario della cacciata dei nazifascisti da Bologna

«Con la sua “mancanza di sensibilità, Virginio Merola risulta ìsempre meno appetibile e simpaticoì allo stesso popolo del centrosinistra: il suo modo di fare – ha dichiarato Manes Bernardini all’Agenzia Dire – ricorda  quello stile Cofferati già bocciato da Bologna.

«È una scatola cinese», prosegue Bernardini alludendo chiaramente alla supposta somiglianza con il metodo Cofferati. «Sta generando un cortocircuito all’interno del suo mondo. Lui che e’ esperto di buche ha preso l’ennesima buca». Bernardini conclude rincarando la dose: «Il candidato del centrosinistra è diventato una barzelletta, coi suoi scivoloni. Ma noi di ‘merolate’ non abbiamo bisogno».

Merola lunedi’ sarà presente alle celebrazioni del 66esimo anniversario della Liberazione  in piazza Nettuno. Tramite l’account di Facebook, intanto, il candidato sindaco del centrosinistra scrive: “Cari amici mi prendo un riposo intelligente per Pasqua. Così torno in servizio pronto per festeggiare il 25 aprile come si deve. Tranquilli tornerò in forma per la battaglia finale. W l’Anpi e tuoni contro la destra”.

Redazione