BOLOGNA, 19 APRILE – Inizia il lungo e tortuoso viaggio verso le Amministrative di Maggio e, da prassi, non mancano i primi colpi di scena.

E’ stata esclusa dalla corsa a Palazzo D’Accursio la ‘formazione’ che sosteneva il candidato sindaco underground Willie. La lista, regolarmente presentata dallo sciamano tatuata, è stata esclusa dall’Ufficio elettorale del Comune in quanto sprovvista di ogni documentazione: nemmeno una firma autenticata. Pasquale Gioffrè, presidente della Commissione elettorale ha così commentato l’esclusione di Ferrero: “La lista per Willie? Non c’era nulla, solo fogli sparsi e il programma”.

‘Epurata’ anche la lista Consumatori, appoggiava il candidato civico Daniele Corticelli, per numero insufficiente di firme. Tutto liscio, invece, per le altre liste.

Oggi sono stati sorteggiati, presso l’Ufficio elettorale di via Don Minzoni,  l’ordine dei candidati Il rosso Michele Terra sarà primo, Virginio Merola ultimo.

La scheda si presenterà così agli elettori:
1. Michele Terra, sostenuto dalla lista Partito comunista dei lavoratori
2. Anna Montella, sostenuta dalla lista La Destra Storace
3. Elisabetta Avanzi, sostenuta dalla lista Forza nuova
4. Daniele Corticelli, sostenuto nell’ordine da: Bologna capitale – Agire insieme civicamente – I popolari di Italia domani – Partito repubblicano italiano
5. Angelo Maria Carcano, sostenuto dalla lista Nettuno
6. Stefano Aldrovandi, sostenuto dalla lista Stefano Aldrovandi sindaco
7 Massimo Bugani, sostenuto dalla lista Movimento Cinque stelle Bologna
8. Manes Bernardini, sostenuto nell’ordine da Pdl berlusconi per Bologna – Lea Nord
9. Virginio Merola, sostenuto nell’ordine da Italia dei Valori – Sinistra per Bologna – Con Amelia per Bologna con vendola – Pd Merola sindaco – Socialisti laici riformisti.

Redazione

Foto Benvenuti tratta da ‘Corriere Bologna’