PARMA, 16 APRILE – Il Parma ospita al Tardini gli ex campioni d’Europa in una sfida decisiva per entrambe le contendenti.

L’Inter di Leonardo dopo lo tsunami Schalke 04 prova a rialzarsi, per continuare a inseguire l’obiettivo scudetto e soprattutto per blindare almeno l’obiettivo minimo della stagione, ovvero il terzo posto che evita i preliminari di Champions.

QUI INTER – La notizia della vigilia ad Appiano Gentile è l’epurazione dai convocati di Maicon e Thiago Motta, due degli uomini cardine della gestione Leonardo: il tecnico li ha visti allenarsi svogliati e li ha lasciati a Milano. In difesa confermato a destra il nipponico Nagatomo con Chivu a sinistra, Wesley Sneijder parte dalla panchina e sarà Stankovic il trequartista, con Kharja a fare legna a centrocampo. In attacco il tandem di campionato Pazzini-Eto’o.

QUI PARMA – Il Parma di Colomba recupera in extremis l’ex Crespo, che andrà in panchina. L’oriundo Amauri sarà l’unica punta, supportata dall’estro di Candreva e Giovinco. L’ex allenatore rossoblu cerca punti salvezza al Tardini, Ghirardi in settimana lo ha persino confermato anche per la prossima stagione.

PARMA-INTER 2-0 Finale
Servizio a cura di Bnsport

IL FILM DEL PRIMO TEMPO
1′ – Calcio d’avvio degli ex campioni d’Europa.
3′ – Errore di Kharja che scatena la ripartenza di Giovinco. Poi la mosca atomica del Parma viene steso da Ranocchia al limite dell’area.
5′ – Due angoli consecutivi per il Parma e, sul secondo, rovesciata spettacolare di Lucarelli con pallone però alto sopra la traversa.
6′ – Bomba di Eto’o dai 20 metri e Lucarelli devia la palla alzandola in corner.
12′ – Cross di un incontenibile Giovinco dalla destra che trova libero in area capitan Morrone, passa all’indietro per Dzemaili che conclude la palla alta.
17′ – Entrata kamikaze di Ranocchia su Candreva: cartellino giallo.
21′ – Ottima chiusura di Zaccardo su Eto’o. L’Inter alza il baricentro.
24′ – Clamoroso incrocio dei pali di Stankovic su una punizione dai 35 metri.
25′ – Sinistro a rientrare di Eto’o dal limite, palla alta sopra la traversa. L’Inter ora insiste, il Parma sembra timoroso.
29′ – Ennesimo tentativo di Stankovic dalla distanza: parata in presa plastica del promettente Mirante.
35′ – Parma in vantaggio: gol di Giovinco
Cross dalla out destro per Modesto, assist al centro dove in corsa arriva Giovinco che insacca alle spalle di Julio Cesar.
La rete del momentaneo vantaggio ha dato coraggio ai ducali, per il momento l’Inter resta a guardare.
44′ – Stankovic cerca il dialogo coi compagni e penetra in area, ma la palla arriva tra le braccia di Mirante.
Finisce il primo tempo. Al Tardini Parma 1 Inter 0.

IL FILM DEL SECONDO TEMPO

Leonardo cambia: dentro Sneijder e fuori Chivu.
Zanetti torna al ruolo di terzino destro, Kharja arretra a centrocampo e Sneijder va dietro le due punte.
Al 49′ Parma pericoloso. Cross dalla destra di Candreva e sul primo palo va Amauri, ma Julio Cesar è in vantaggio. Poi ancora Parma in attacco e Amauri cade in area, ma per Rocchi è tutto regolare.
Al 56′ ammonito Zaccardo per una trattenuta su Nagatomo.
Al 60′ Sneijder vicino al gol. Palla di Cambiasso per l’olandese che controlla in corsa, entra in area e conclude da sinistra verso destra. Sfera sul fondo di un nulla
Al 66′ ammonito Paletta che ha steso Wesley Sneijder al limite dell’area.
Al 71′ clamorosa traversa di Amauri. Zanetti sbaglia, non vede Amauri e lo serve. L’attaccante se ne va, arriva al limite, si accentra e col destro tira colpendo il legno sopra la porta
Al 72′ ammonito Stankovic per fallo su Gobbi.
Al 73′ destro violento di Valiani da 25 metri, palla sul fondo. Grande gara del Parma.
Al 75′ corner del Parma, palla sul secondo palo dove Lucio abbatte Lucarelli che frana in area. Rocchi non giudica l’intervento da rigore.
Al 77′ azione travolgente di Modesto, palla in area, Amauri cicca la palla, ma arriva Valiani che dalla destra impegna Julio Cesar sul primo palo.
All’81’ il Parma raddoppia: gol di Amauri.
Gobbi scambia con Modesto a sinistra, palla in area, c’è un rimpallo e la sfera arriva ad Amauri che si libera e conclude in rete dalla destra.
L’oriundo Amauri affonda definitivamente i sogni scudetto dell’Inter. I nerazzurri si staccano dal Milan in maniera definitiva, Leonardo rischia l’esonero.
All’87’ sostituzione Parma: fuori Amauri, dentro l’ex nerazzurro Crespo.
Al 90′ Mirante dice di no a Milito. Conclusione da fuori di Stankovic, El Principe è in posizione regolare, solo davanti al portiere. Ma l’estermo difensore del Parma para
Cinque minuti di recupero al ‘Tardini’.
Al 93′ contropiede micidiale del Parma: Bojinov egoista non serve Crespo e spreca un’ottima occasione.
Al 94′ Crespo tenta la ‘rabona’ dopo un assist di Bojinov, una deviazione salva l’Inter.
Al 95′ Dzemaili spara sul fondo, dopo aver sfondato in area!
Clamoroso al Tardini.: il Parma di Colomba schianta la corazzata di Leonardo, scucendo lo scudetto dalla maglia degli ormai ex campioni d’Italia.