POTENZA, 13 APRILE – E’ stata depositata in mattinata la perizia genetico-forense sul cadavere e sui vestiti di Elisa Claps per l’individuazione di Dna di terze persone.

Secondo rumors provenienti dal capoluogo lucano, risulta che sia stato trovato materiale genetico compatibile con quello di Danilo Restivo, principale indiziato del delitto, in una traccia ematica sul maglione intrecciato della ragazza.

Quella del tenente colonnello Giampietro Lago, comandante dei Ris di Parma, e del maggiore Andrea Berti, capo sezione biologica del Racis di Roma, era l’ultima consulenza che mancava all’appello della Procura di Salerno per chiudere il cerchio. La perizia genetico-forense dei Ris  viene ritenuta decisiva ai fini della soluzione del giallo.

Avv. Scarpetta: “Siamo certi che dna è di Restivo” “Siamo molto fiduciosi sull’esito dell’incidente probatorio. Abbiamo assoluta certezza che il dna trovato sul maglione di Elisa e’ di Danilo Restivo”. Così il legale della famiglia Claps, Giuliana Scarpetta, in merito fase conclusiva delle indagini sull’omicidio di Elisa Claps che inizia lunedì prossimo con il confronto con i periti.

Redazione