Consorte UnipolBOLOGNA, 4 APRILE (Bnsport)Giovanni Consorte ha replicato stamani alla lettera, pubblicata integralmente dal sito ufficiale del Bologna FC, con la quale Alfredo Cazzola ha rinunciato ai propri incarichi nell’organigramma del club rossoblù: “Niente di grave, il progetto va avanti e il 7 aprile sarà deliberato l’aumento di capitale di 6 milioni. Qualcuno provvederà al posto di Cazzola”.

Rumors dell’ultima ora  parlano di contatti con l’ex patron del Castel di Sangro, Gabriele Gravina.

LA LETTERA DI CAZZOLA – “Una figura come la mia non serviva”, è il succo della lettera dell’ex patron Cazzola. “Nel tuo progetto di salvataggio del Bologna l’unica parte che deve essere cambiata è la ricerca di un ‘primus inter pares’ in quanto non necessaria, e per certi versi controproducente”. La decisione è stata definita “irrevocabile” dall’ex presidente.

Rinviato quindi a data da destinare l‘aumento di capitale di 5 milioni di euro legato all’ingresso di Cazzola.