MISURATA, 24 MARZO – Un caccia francese ha abbattuto un aereo militare libico che aveva violato la zona di interdizione al volo vicino a Misurata. Si tratta del primo jet libico colpito dalle forze della coalizione dall’avvio delle operazioni militare per imporre la no-fly zone decisa dall’Onu in Libia. L’aereo era un G-2 Galeb, di fabbricazione jugoslava.

Secondo un portavoce militare francese, il velivolo è stato colpito mentre si apprestava ad atterrare. Altre fonti sostengono invece che si trovava a terra.

Generale Usa: nessuna caccia a Gheddafi

“Non stiamo dando la caccia a Gheddafi, stiamo semplicemente facendo rispettare la no-fly zone, dove vediamo pericoli interveniamo. I francesi hanno abbattuto un Mig libico perchè stava atterrando e rappresentava un pericolo”. Lo ha detto nella base Us Navy di Sigonella (Catania) il generale Carter F. Ham, comandante degli United States Africa Command dove ha incontrato i giornalisti di tutto il mondo.

Redazione