TRIPOLI, 28 FEBBRAIO – L’esilio di Muammar Gheddafi è “una possibilità” da prendere in considerazione per mettere fine allo spargimento di sangue in Libia.

E’ quanto afferma il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney. La fonte ha aggiunto che il governo americano sta valutando se imporre una zona di non sorvolo in Libia, e sta dialogando “con quanti il Libia lavorano per arrivare a un governo”.

CLINTON:”SOSTENERE TRANSIZIONI ARABE” – Sostenere le transizioni arabe è “un imperativo strategico”. Lo ha detto il segretario di Stato degli Stati Uniti, Hillary Clinton, a margine della riunione del Consiglio per i diritti umani dell’Onu a Ginevra. Clinton ha ribadito che Gheddafi “se ne deve andare subito senza altre violenze o ritardi”.

“I mercenari e i teppisti” di Gheddafi, usati per sopprimere il popolo, devono dimettersi immediatamente. Nessuna opzione è esclusa finché il regime di Gheddafi continuerà a uccidere il proprio popolo, ha detto Clinton. Gheddafi ha violato i diritti umani.

Redazione