MILANO, 15 FEBBRAIO – L’Italia ha chiuso il 2010 con un Pil a +1,1%. Così l’Istat, precisando che il dato è corretto per gli effetti di calendario e che il 2010 ha avuto una giornata lavorativa in più rispetto al 2009, chiusosi con una contrazione dell’economia del 5,1%.

La crescita rallenta nel quarto trimestre dell’anno, con Pil a +0,1% rispetto ai 3 mesi precedenti contro il +0,3% del terzo trimestre. Rispetto al quarto trimestre 2009 il Pil registra +1,3%. La crescita già acquisita per l’anno in corso è pari allo 0,3%.

DEFICIT COMMERCIALE E’ RECORD: -27,3 MLD – Profondo rosso per la bilancia commerciale italiana nel 2010. L’anno si è chiuso con un deficit commerciale di 27,3 miliardi, cifra più alta mai registrata in termini nominali a prezzi correnti. E’ un netto peggioramento rispetto ai -5,9 miliardi del 2009.

Lo rende noto l’Istat precisando che nel solo mese di dicembre il disavanzo è stato pari a 2,7 miliardi di euro, mentre era stato di 138 milioni a dicembre 2009. Nel dettaglio, esportazioni +21,2% su base annua e importazioni +31,5%.

Redazione