BERGAMO, 29 NOV. Brembate in ansia per le sorti di Yara Gambirasio. La 13enne bergamasca, promessa della ginnastica ritmica italiana, è uscita di casa venerdì pomeriggio e da allora di lei non si hanno più notizie.

Yara sarebbe scomparsa nel nulla alle 18.30 del 27 novembre, dopo aver effettuato il consueto allenamento al centro sportivo di Brembate sopra, paese del Bergamasco.

Un giovane di 19 anni sostiene di averla vista verso le 18:45 a poche decine di metri dalla sua abitazione in compagnia di due uomini. Il ragazzo – interrogato dagli investigatori nella notte – non è  stato in grado di descrivere i due ma ha detto che vicino a loro era parcheggiata una Citroen rossa con le quattro frecce in funzione.

I genitori di Yara non vedendola rientrare per cena, hanno lanciato immediatamente l’allarme. Da quel momento, decine di carabinieri stanno battendo passo passo le campagne circostanti; i militari hanno controllato vecchi casolari, le rive del fiume Brembo e del vicino torrente Lesina, oltre a tutti i luoghi frequentati dalla ragazza, mentre i vigili del fuoco si sono calati persino in un pozzo abbandonato, ma senza esito. Le ricerche, attualmente sospese con l’oscurità, riprenderanno domattina all’alba.

I genitori escludono che la 13enne possa essersi allontanata volontariamente. «Voglio solo che mia figlia torni a casa», ha detto la madre, prima di chiudersi nel silenzio.

M.R.