BOLOGNA, 29 NOV. – Nei documenti di Wikileaks, pubblicati dall’eccelso Guardian, si parla dello strano rapporto tra il primo ministro tra le massime cariche di governo russo.

La relazione tra il presidente russo Dmitry Medvedev e il premier Vladimir Putin è descritta  nei cable di Wikileaks come se Medvedev “giochi a fare Robin con il Batman-Putin”.

Questo è solo l’assaggio di una serie di incidenti diplomatici a catena che scateneranno i “cable” pubblicati da Assange e Wikileaks.

Dopo la parentesi cinematografica l’affondo della diplomazia statunitense assume contorni pesantissimi. ‘La Russia è virtualmente uno Stato della mafia”. Così gli Usa definiscono l’ex Unione Sovietica secondo i documenti riportati dai principali quotidiani on-line. “La Russia e le sue agenzie usano i boss della mafia per effettuare le loro operazioni, la relazione è così stretta che il Paese è divenuto ”virtualmente uno stato della mafia”.

M.R.