BOLOGNA, 27 NOV.Secondo il settimanale del cinema Ciak è Kill Bill, il film di Quentin Tarantino, con Uma Thurman, che ha fatto storia. Inseguito a quanto riporta un sondaggio svolto dal noto settimanale di cinema, per il pubblico il film di maggior successo degli ultimi 10 anni è Kill Bill.

“Quali sono i migliori film del primo decennio del 2000?” Questa la domanda rivolta da Ciak ai suoi lettori. La risposta è stata una classifica con 25 film, che vede in cima a tutti, votato e acclamato dal pubblico, il lungometraggio dal titolo indimenticabile, Kill Bill, che ha come protagonista una splendida Uma Thurman, in versione accattivante e combattente, al fianco del noto attore scomparso David Corradine. Il noto attore Corradine, conosciuto perché oltre ad aver recitato in diversi film, ha prodotto e interpretato video dove insegnava le arti marziali, è stato trovato morto il 4 Giugno del 2009 a Bangkok, dove stava girando un film.

Quentin Tarantino ha annunciato l’uscita per il 2014 di Kill Bill 3 e la Thurman con la spada in mano attende l’inizio delle riprese. Notizia già appresa dal pubblico italiano durante la trasmissione di Serena Dandini, “Parla con me” che vedeva ospite proprio il noto regista Quentin Tarantino. La conduttrice Serena Dandini rimase sorpresa alla notizia di Kill Bill 3, notizia dal peso non indifferente, che Tarantino aveva dichiarato e motivato in anteprima nella sua trasmissione. Un grande scoop per la Dandini. Il pubblico appresa la notizia, aspetta con entusiasmo il ritorno di Kill Bill. Il noto regista ha lasciato trascorrere una pausa di 10 anni dall’uscita dell’ultimo Kill Bill, per permettere alla nota attrice Uma Thurman, una pausa, prima del seguito della sua missione di vendetta.

La Thurman raggiunta dalla squadra di MTV, durante la promozione del suo ultimo film commedia, Motherhood dice: “Ho un`pó parlato con Quentin. Egli non ha ancora finito la sceneggiatura. Non so nemmeno se ha davvero iniziato, anche se ho avuto un assaggio di alcune delle sue idee e sono davvero buone. Ha iniziato a condividere con me cosa stava pensando, ed è impressionante.”

Paola Fici