BOLOGNA, 27 NOV. Sotto le ‘Due Torri’ torna di moda il ‘Cinzia-Gate’. La Procura di Bologna ha emesso gli avvisi di fine indagini – atto che solitamente anticipa la richiesta di rinvio a giudizio – per i quattro indagati nel secondo filone dell’inchiesta ‘Cinzia Gate’ che ruota attorno al premio di produzione assegnato all’impiegata Cinzia Cracchi quando, all’inizio dell’aprile 2009, il suo distacco temporaneo al Cup (Centro unificato per le prenotazioni sanitarie) divenne, tecnicamente, comando.

In questa filone dell’inchiesta Flavio Delbono, ex sindaco di Bologna, e’ indagato per concorso esterno in abuso di ufficio. Mauro Moruzzi, direttore generale di Cup 2000, Gaudenzio Garavini, ex direttore del personale in Regione e Stefania Papili, la funzionaria regionale che firmò l’incarico di comando per la Cracchi, sono indagati di abuso di ufficio.

Redazione Emilia Romagna