MILANO, 25 NOV. Il direttore del Tg4 Emilio Fede è stato aggredito lunedì sera nel ristorante milanese “La Risacca” dall’imprenditore Gian Germano Giuliani, noto per l’omonimo amaro digestivo.

“Un imprenditore, un amico di amici non mio mi ha dato due pugni in faccia e in testa senza motivo”, così lo stesso Fede racconta l’aggressione. Il direttore del Tg4 ha già sporto denuncia tramite il suo leagale ai carabinieri per “lesioni gravi anzi gravissime e minaccia di morte”.

Un giornalista Sky ha spiegato che il suo aggressore a chi chiedeva spiegazioni del gesto avrebbe detto “io proseguo perchè lo devo finire”.

Secondo la ricostruzione di Fede “questo gentiluomo” era in un tavolo vicino a quello dove ieri sera cenava insieme ad altri amici. Uno dei commensali del direttore del Tg4 si alza e va a salutare l’imprenditore e all’improvviso quest’ultimo si è avvicinato e “mi ha dato due pugni in testa senza nessuna ragione”. Il fatto è accaduto intorno alla mezzanotte di lunedì. Fede non ha reagito ma si è recato in ospedale dove ha eseguito alcuni accertamenti, quali la tac, e altre verifiche mediche ieri, e ha sporto denuncia ai carabinieri: “Non ho reagito ma si va per vie legali, io seguo la legalità”.

I PROTAGONISTI | “E’ un povero vecchio str…, tu lo ameresti?“. Con questo interrogativo, tra il serio e il faceto, “l’imprenditore dell’amaro” Gian Germano Giuliani ha risposto ai microfoni dei redattori di Italian Paparazzi, che gli chiedevano lumi sui motivi dell’aggressione di lunedì sera al direttore del Tg4 Emilio Fede.
Giuliani non ha voluto rispondere alle domande dei due redattori, muniti di telecamerina (e che hanno poi messo tutto su YouTube), limitandosi a scherzarci su, ma non è apparso affatto pentito dell’aggressione.

I reporter di “Italian Paparazzi” hanno poi fatto visita allo stesso Fede, che con la sua consueta ironia ha detto che “Giuliani è un omosessuale: io e lui ci contendevamo un uomo“.

Redazione