AVETRANA, 15 NOV. – «Mariangela Spagnoletti è incredula dopo la pubblicazione di questa notizia che ha suscitato in lei tensione e stupore: si tratta di una notizia che gli inquirenti hanno ritenuto irrilevante, figuratevi noi». Lo ha dichiarato, interpellato dall’agenzia di stampa ANSA, l’avv. Enzo Tarantino che cura gli interessi di Mariangela, amica di Sabrina Misseri e teste chiave nelle indagini sul delitto di Sarah Scazzi.

I fatti a cui fa riferimento il legale della giovane riguarda un passo dell’ultimo interrogatorio di Michele Misseri del 5 novembre, nel quale il contadino di Avetrana sembra coinvolgere indirettamente Mariangela Spagnoletti.

Misseri, nel ricostruire le fasi dell’uccisione di Sarah Scazzi, ha usato in un’occasione il plurale «l’hanno trascinata» in garage. A chi si riferiva?

Secondo quanto riportano le principali testate giornalistiche, quando il pm Buccoliero gli chiede chi sia l’altra persona che era insieme a Sabrina, lui dice: «L’amica di Sabrina, può darsi pure che stava in mezzo non lo so» e fa il nome di Mariangela Spagnoletti. Ma subito dopo rettifica la frase aggiungendo: «L’ho vista dopo con Sabrina, ma dopo che me ne sono andato io però…». «

Gli inquirenti – afferma l’avv. Tarantino – chiedevano a Misseri l’orario in cui Sarah era arrivata a casa; vedendo che l’uomo, con le sue dichiarazioni, stava riferendo fatti irrilevanti ai loro fini, alla luce dell’assenza di riscontri ed avendo un quadro chiaro sulla posizione di Mariangela, hanno mozzato l’interrogatorio ritenendo quelle circostanze irrilevanti».

Redazione