BOLOGNA, 18 OTT. Cantù parte forte all’inizio dei primi due quarti (0-6 e 12-19) ma i finali sono sempre di marca Virtus Bologna che sfrutta l’ispirazione di Poeta e Kemp, i due bomber bianconeri capaci di raccogliere insieme 25 dei 29 punti virtussini alla pausa.

Entrambi in doppia cifra, il play (11 pt) e l’ex sassarese (14 pt) animano i migliori frangenti dei padroni di casa.

La Bennet invece va a corrente alternata: Mazzarino e compagni si rendono protagonisti di un misero 1/11 da tre per 11/33 globale. Il primo tempo tra le due squadre è da under 14 (anche Bologna gira col 38%), lo spettacolo latita, tanti gli errori grossolani come rimesse gettate, tiri che non arrivano al ferro, infrazioni e falli di sfondamento.

Poi la ripresa decisamente migliore premia Bologna, fortunata e generosa, e punisce una Cantù scellerata.

Redazione Sportiva