Maurizio CeveniniBOLOGNA, 10 OTTMaurizio Cevenini è il primo candidato alle primarie del centrosinistra: la sua corsa alla poltrona di sindaco e’ cominciata ieri mattina da piazza Maggiore, l’agorà della città bolognese.

Il consigliere regionale, strafavorito per la corsa a palazzo D’Accursio, si e’ paragonato a un ciclista del giro dell’Emilia: «Ho scelto piazza Maggiore che è il cuore della città – spiega Cevenini che dopo l’exploit di voti alle ultime regionali è stato ribattezzato ‘Mister preferenzè – anche perche’ oggi il Giro dell’Emilia torna dopo 31 anni in piazza Maggiore, parte da qui e arriva a San Luca.

È una corsa fantastica, simbolica: il ciclismo è fatica e l’arrivo in salita è significativo». E non a caso, ieri pomeriggio sui colli di Bologna, all’arrivo della gara al santuario di San Luca, Cevenini ci sarà per salutare i ciclisti.

In cravatta rossoblù – è tifosissimo del Bologna FC  – il ‘Cev’ ha assicurato ”una campagna senza veleni” e offerto le scuse all’ex sindaco Guazzaloca per una polemica del passato: ”Vorrei anche i suoi consigli”.

Il segretario Donini gongola: “Sono mesi che dico che le migliori energie del nostro partito si devono candidare. Finalmente una bella notizia. Ma avrei raccolto con lo stesso entusiasmo anche altre disponibilita’”. A Donini, a cui Cevenini ha consegnato la lettera che ufficializza la sua scelta, il Cev e’ apparso consapevole di una “sfida affascinante e faticosa al tempo stesso. Apprezzo il fatto – aggiunge il segretario del PD bolognese – che sia per una notizia negativa, come quella di Duccio Campagnoli, sia per una notizia positiva, come quella di Cevenini, entrambi mi abbiano usato la cortesia di informarmi prima”.

Redazione Bologna