IMOLA, 1 OTT. – Tre donne sono state arrestate dai Carabinieri perché sorprese a rubare all’ interno dell’ outlet di Castel Guelfo: le giovani avevano messo in piedi un ingegnoso sistema di furto tramite una borsa portaoggetti, schermata dall’ interno con della carta argentata, che impediva ai sistemi antitaccheggio a lettura ottica di entrare in funzione.

Dopo aver fatto manbassa di articoli vari, tra cui molti capi griffati , le ladre mettevano la refurtiva nel vano di una Renaul Megane parcheggiata nelle vicinanze, e ripartivano per un altro giro all’ interno del negozio: è stato proprio questa continua spola outlet-vettura a insospettire gli uomini delle forze dell’ ordine, intervenuti sul posto dopo la segnalazione dei vigilanti privati.

A finire in manette sono state due peruviane, T.L. di 27 anni e R.O. , 47 anni, nonché una napoletana 29enne, C.V. ; colte in flagranza di reato, le tre sono state processate per direttissima ad Imola ieri mattina e condannate a due anni e due mesi ciascuna: tutte tre le ladre eviteranno il carcere perché madri, con minori sotto ai tre anni, ed una di loro in gravidanza.

Antonio Ricucci